Gusta Porto: presentazione dell’edizione 2019

Gusta Porto: presentazione dell’edizione 2019

Grande successo per la Seconda Edizione di Gusto Porto, la manifestazione del Circuito Gastronomico Gran Tour delle Marche di Tipicità, promossa dall’amministrazione comunale di Civitanova con il supporto di Flag Marche Centro, per dare nuove prospettive al rapporto con il mare.

“Civitanova vuole rilanciare la sua identità che è quella del mare. Partiamo dal mare, la nostra ricchezza, il nostro polmone principale, per cui Gusta Porto è un’iniziativa che valorizza questo ambito.
Questa mattina abbiamo aperto l’evento con l’intervento di approfondimento, un Talk Show dove ci sono molti attori importanti che gravitano attorno alle tematiche della pesca, ci sono veramente tutti: abbiamo la presenza delle Università, delle cooperative di pesca, personaggi e ospiti importanti anche a livello nazionale come il moderatore Duilio Gianmaria.
Si sta svolgendo veramente un intervento per la crescita del porto, la crescita della città, la crescita del turismo. Il porto dove l’attività principale è la pesca.
Oggi la pesca sta attraversando sicuramente un periodo di crisi per le politiche troppo restrittive. Quindi si parte da qui per cercare di parlare in termini positivi, rilanciare il porto, capire anche la Blue Economy come si deve muovere per rilanciarsi a livello turistico. La pesca deve iniziare a dialogare con altre realtà, si deve rinnovare. Ce la stiamo mettendo veramente tutta sotto questo aspetto e stamattina questo incontro lo dimostra e lo testimonia.
Una prospettiva positiva per la rinascita del Porto e per aumentare la nostra attrazione turistica”.

(Maika Gabellieri – Assessore al Turismo del Comune di Civitanova Marche)

   

 

Gusta Porto: arte, cultura e tradizione a Civitanova Marche

Gusta Porto: arte, cultura e tradizione a Civitanova Marche

“Questa seconda edizione esce dalla sua partenza avvenuta nel mercato ittico e va a scoprire tutto l’intero porto a 360°.
Protagonisti quest’anno saranno, oltre al molo che ospita i bellissimi murales, i pontili, i 7 punti qui che si trovano qui a Civitanova.

Oltre alla spettacolarità dell’evento, devo dire, è stata un’occasione per costruire una bellissima tavola tecnica dove si sono seduti tutti i partecipanti e in maniera costruttiva hanno presentato le problematiche che vertono intorno al mare, intorno alla pesca e proposto soluzioni.”

(Maika Gabellieri – Assessore al Turismo del Comune di Civitanova Marche)

Gusta Porto: Sketch di Recitazione Dialettale a cura di Contemporanea 2.0

Gusta Porto: Sketch di Recitazione Dialettale a cura di Contemporanea 2.0

Il porto è un luogo che favorisce ​l’incontro di diversità​, un luogo naturalmente dedicato allo scambio di merci, persone, culture e lingue.

E proprio ​la lingua è l’elemento maggiormente identificativo di comunità, di una città​. Perché una città non è solo un agglomerato di mattoni e strade. Una città è anche e soprattutto uno scrigno di valori e di tradizioni.

Nelle vie della città, lungo le pareti, si innestano gli ​elementi fondanti del patrimonio culturale e artistico di un territorio​. Il vissuto, le storie, i piccoli grandi drammi quotidiani degli abitanti, di alcuni personaggi, rivestono un ruolo determinante, in quanto rappresentano il passato del territorio stesso, la memoria collettiva che indirizza l’agire presente e futuro.

Domenica 2 giugno, al Moletto Medusa, dalle ore 18.40 alle ore 19.30​, andranno in scena divertenti Sketch Dialettali curati dalla Scuola di Recitazione Comunale Enrico Cecchetti e ispirati alle tradizioni civitanovesi e ai suoi personaggi caratteristici, attingendo dalla ricerca della compianta ​Annarella Gasparroni​, la quale aveva elaborato il materiale assieme alla fondatrice della scuola ​Iole Morresi​.

 

Gusta Porto: l’Adriatico con le mie mani – Laboratori per Bambini

Gusta Porto: l’Adriatico con le mie mani – Laboratori per Bambini

Nell’ottica di coinvolgere tutti alla scoperta della cultura, della storia e delle tradizioni ancorate al porto, Gusta Porto prevede, ​domenica 2 giugno dalle ore 17 alle 20​, attività creative e ricreative anche per i più piccini: laboratori di pittura e gioco con il pongo!

Il laboratorio si compone di 3 momenti​:

  1. ​DIPINGO il mare miscelando tinte di blu
  2. REALIZZO un pesce fatto di pongo (​pongo fatto in casa, NON tossico​)
  3. INVENTO un nome per il mio pesce e lo scrivo su un sasso con un pennarello

I bambini che interverranno porteranno a compimento il laboratorio seguendo individualmente le tre tappe.
Il risultato della loro attività sarà un foglietto (10×10 cm ca.) dipinto di blu, con un pesce sopra e un sasso con il nome del pesce scelto.

Tutti i lavori dei bambini verranno messi insieme per formare un’unica opera collettiva, veicolando così i valori della condivisione e della collaborazione​.

 

Crociere Gastronomiche: dal porto al mare aperto

Crociere Gastronomiche: dal porto al mare aperto

La gastronomica locale e la tradizione culinaria sono elementi centrali dell’evento Gusta Porto.

Con l’intento di avvicinare gli abitanti alla ricchezza della tradizione marittima del comune di Civitanova Marche, promuovendone ed enfatizzandone i valori, sono previste una serie di crociere gastronomiche, sulla rotta degli allevamenti di cozze, alla scoperta degli impianti di miticoltura.

Date e orari delle Crociere Gastronomiche Gusta Porto

  • Sabato 1 Giugno partenza ore 15.00
  • Domenica 2 Giugno partenza 10.00 e 15.00
  • Domenica 9 Giugno partenza ore 11.00 (destinazione Portonovo)

Per ogni crociera è prevista una degustazione enogastronomica!

 

Guarda il VIDEO PANORAMICO A 360° della Crociera Gastronomica:

Il mito di Enea, l’eroe che viaggio lungo il Mediterraneo

Il mito di Enea, l’eroe che viaggio lungo il Mediterraneo

Enea è una delle principali figure della ​mitologia greca e romana​. Figlio di Anchise, cugino di Priamo, re di Troia e della dea Afrodite (Venere per la cultura romana), dea della bellezza, dell’amore e della primavera.

Enea ​incarna l’archetipo dell’uomo umile e coraggioso​. Principe dei Dardani, partecipa alla guerra di Troia contro i greci, al fianco di Priamo e dei troiani. Si distingue come valoroso tra i valorosi. È un eroe di grande ardore, secondo per abilità in combattimento soltanto al più grande di tutti i guerrieri troiani: Ettore, figlio del re Priamo e Principe di Troia.

Enea contro Achille
Enea è talmente coraggioso da sfidare in duello persino il temibilissimo Achille (colui che ucciderà Ettore) che, furioso per la morte dell’amato cugino Patroclo, scende in battaglia desideroso di sterminare quanti più nemici possibile, nella vana speranza di placare la sua ira funesta.

“Achille a sua volta scagliò l’asta dalla lunga ombra e colpì Enea nello scudo rotondo al bordo estremo dove il bronzo è più sottile e più sottile la pelle di bue. Da parte a parte passò, il frassino del Pelio, e lo scudo risuonò sotto il colpo”.
(O​ mero,​ Iliade, Canto XX, vv. 273-277)

Enea, ​figura indissolubilmente legata al mare, è il protagonista assoluto dell’​Eneide di Virgilio​, il poema latino che narra le vicende successive alla sua fuga dopo la caduta di Troia. Un lungo e avventuroso viaggio navigando lungo il Mediterraneo fino ad approdare nella penisola italica, dove sposa Lavinia e ​prende parte alla fondazione di Roma​.

Andrea Caimmi: Lezione Recitata sul Mito di Enea
Domenica 2 Giugno, presso il Moletto Medusa, alle ore 17.30​, ​l’attore Andrea Caimmi offre una Lezione Recitata sul Mito di Enea.

Oggi, sovente immagini di colonne di profughi ci mettono di fronte a ​sensi e crisi d’identità minacciate​, sfide più o meno accettate ​d’integrazione culturale​, riflessioni su politiche economiche e mutamenti climatici.

Allora, è ricorrente in tutti noi la ​sensazione di dover affrontare una situazione inedita​, verso la quale non saremmo provvisti di categorie interpretative adeguate.

È quindi certamente ​provocatorio pensare che proprio i grandi poemi epici alla base della cultura nostra occidentale già evochino un quadro di situazioni e di problemi non troppo dissimile dallo scenario attuale, aiutandoci a ​ragionare su quale futuro ridisegnare come comunità​.

Enea è un profugo allo sbando in un contesto di collasso politico, economico, climatico e religioso che travolge le società dell’età del bronzo (circa 1200-1150 a.C.): una crisi che registra migrazioni forzate, crolli d’imperi e faticosi nuovi scenari culturali chiaramente recepiti e raccolti anche nei miti classici.